PORTARE L’AMORE A SCUOLA

“Educare la mente senza educare il cuore significa non educare affatto”. 

Aristotele

L’Amore a Scuola quale prima materia di studio e di esperienza con la vita. Per i bambini, ​i ​ragazzi, ​gli ​insegnanti, ​i ​genitori, per tutte le figure professionali, educative e sociali istituendo un programma nazionale e regionale formativo che ​favorisca la crescita personale e professionale ​della persona, delle sue qualità psicologiche, emotive, energetiche e spirituali ​(expertise) in grado di sviluppare le necessarie abilità ​cognitive comportamentali, ​comunicative​.

Scegliendo le materie da trattare.

Portare l’​AMORE A SCUOLA quale prima materia di studio è una responsabilità etica e sociale di immenso valore per ogni genitore, insegnante, istituzione. Vuol dire impegnarsi ​concretamente e ​in prima persona a portare amore nella propria vita e nella vita del prossimo.

IL DATO DI PARTENZA E’ UNO.

Essere consapevoli dell’esistenza dell’amore nella propria vita e nella vita delle persone.

A tale riguardo si potrebbe fare un “censimento”, i dati sarebbero incredibili, perché è la stessa società che oggi conferma tale mancanza e la maggior parte di noi non ha le idee chiare riguardo cosa sia l’Amore, come Amarsi, sentirsi Amato/a e Amare, riguardo la sessualità. Ma tutti tendiamo a tale desiderio.

Ne consegue che se non c’è amore nella nostra vita non può esserci nel nostro lavoro, nella nostra famiglia, nelle relazioni, nella società​, a scuola.​

Ognuno di noi ​dunque ​è chiamato​, a livello personale e professionale,​ a imparare ad amare, a sapere se sa amare e come iniziare a farlo. Sappiamo ad esempio che può esserci amore nella nostra vita quando, come individui, ​abbiamo perdonato i nostri genitori, noi stessi e abbiamo liberato e guarito il nostro cuore. Questo a livello etico, laico, psicologico ed emotivo.

Poi, a un livello superiore, sappiamo che c’è amore nella nostra vita quando ci riconosciamo Figli di Dio, abbracciamo una fede, siamo connessi alla centralità del Sacro Cuore di Gesù e del Sacro Cuore di Maria Maddalena​.

A quel punto tutto​ il nostro agire è ispirato ad una visione spirituale della vita e verso il rispetto dei valori umani, valori universali.

“Amore, Giustizia, Verità, Libertà, Onesta, Lealtà, Fedeltà, Coraggio, Rispetto, Fiducia, Volontà, Accoglienza, Perdono, Gratitudine”. ​Ma ce ne sono tanti altri

​Tutte queste “materie” mancano totalmente a scuola. Sono del tutto assenti perché sono assenti nel programma di studio e se confermato dall’ipotetico “censimento”, scopriamo che sono assenti nella vita delle persone. ​Per portare l’amore a scuola quale materia di ​crescita e di educazione​ occorre inserire IL TALENTO quale macro​area di studio, ovvero, l’essere umano al centro, la persona, i suoi bisogni, le sue peculiarità, le sue emozioni, i suoi sogni, la sua creatività, il potenziale inespresso. Il proprio valore umano.

Il CAPITALE UMANO. 

Le difficoltà dei tempi attuali richiedono​ pertanto​ un impegno, uno sforzo, da parte di tutte le forze sociali affinché si sensibilizzi l’opinione pubblica e le persone all’unanimità​ riguardo lo “studio” e la scoperta del significato dell’Amore.​ L’Amore, ​infatti, ​è una MATERIA UNIVERSALE UGUALE PER TUTTI, come la MUSICA ​e l’ARTE ad esempio, e tutti ​possiamo impararlo come faccio quando impariamo a suonare uno strumento musicale, a leggere e scrivere. Tutti ​siamo chiamati a rispondere e impegnarci.

DA DOVE PARTIRE?

Dall’amore di cui hanno bisogno i bambini e dal sapere che se non mettiamo l’Amore al primo posto la società sarà formata sempre da adulti che non amano e non sanno amare.

Successivamente dall’essere noi adulti quel primo esempio chiarendo e approfondendo tale conoscenza ​nella nostra vita ​e poi​, se ci occupiamo di educazione, progettare un intervento educativo presso le 1. scuole, 2. famiglie, 3. società, associazioni, istituzioni. ​Il primo step è la sensibilizzazione e informazione di tale tema così importante e raccogliere le adesioni per la creazione dei gruppi di lavoro facendo una distinzione in “class action” insegnanti e genitori da una parte e poi bambini/ragazzi, studenti.

Ovviamente, i temi da trattare sono differenti per le varie categorie. Per i bambini serve musica, arte, natura, gioco, creatività, film, libri, gruppi di lavoro. Per i genitori e gli insegnanti c’è esigenza di coniugare in un unico “percorso”, inizialmente di carattere generale, di tematiche di tre differenti tipi:

​1. Psicologiche/Filosofiche

2. Energetiche/Spirituali​

3. Scientifiche/Tecnologiche

Per favorire tale programma e tale processo bisogna partire dall’educazione etica ai valori umani, dalla ricerca e dalla scoperta di quella stessa conoscenza che siamo chiamati a insegnare, ai valori umani​ e ​del valore della vita. Del sapere attraverso il “sentire”, ovvero l’Essere.

Da una Nuova Visione Spirituale e Universale della vita​ ovvero aiutare ogni essere umano a contattare​ se stesso, le proprie risorse e nella propria dimensione e interiorità aiutarlo e incoraggiarlo a esprimer​si​. ​Con gradualità.​

Per avviare questo processo servono esperti preposti a tale compito che abbiamo già avviato nella loro vita personale tale sentiero e possono oggi portare la propria esperienza e contributo. A nulla serve avere psicologi o pedagogisti, magari bravissimi nel loro campo secondo la attuale metodologia scolastica , ma non ancora capaci di amarsi e amare veramente.

Ecco perché è fondamentale preparare una nuova classe di insegnanti che ho chiamato Maestri del Cuore, in grado di lavorare al servizio dell’umanità sui propri talenti educativi e di insegnamento e poi sul TALENTO dei bambini.

​La mia lettera vuole fornire, come professionista della formazione, un quadro d’insieme del lavoro potenzialmente da sviluppare a livello educativo e psicopedagogico, anche di progettualità. ​​​Chiaramente bisogna avere una visione comune della “nuova pedagogia”, del nuovo paradigma, centrata tutta sul TALENTO dell’individuo, potendo fornire strumenti, fonti e risorse in grado di preparare l’insegnante, il maestro a tale scopo e poi spiegare gli effetti educativi e psicologici, fisici, emotivi, energetici e spirituali di tale applicazione, i quali, sono straordinariamente benefici per la salute della persona, il proprio equilibrio, la sua felicità, gioia, allegria e piena realizzazione.

Tale premessa è doverosa poiché a livello “istituzionale” ed educativo servono Scuole e Accademie che si occupino di educare al talento e dato che la maggior parte di chi oggi si occupa di essere un educatore, pedagogista, psicologo, assistente sociale può non aver fatto nel proprio percorso di studi tale “specializzazione” ed a scuola non vengono inserite tali materie, è necessario sapere che vanno create tali figure professionali che si occupino di tale compito.

EDUCARE IL TALENTO

Le attuali figure eventualmente abilitate a educare al talento sono coloro che vivono dei loro talenti e possono essere rintracciati a vario titolo a secondo del tipo di materia o settore . Ecco perché è anche fondamentale sapere quali materie oggi non vengono trattate a scuola ma che servono nella società differenziando tra materie tecniche e umanistiche, psicologiche, emotive/relazioni, energetiche, spirituali/olistiche, pratiche/artistiche.

(Il Talento di Mr Ripley)

Vista dunque la complessità, ma anche la bellezza di tale lavoro, tutto può iniziare partendo dalla materia più importanti di tutte. Il valore umano e universale più importante: L’AMORE. E poi selezionare le varie categorie e ambiti applicativi. Tutto però deve partire da se stessi a livello individuale con programmi formativi condivisi, attività di gruppo e percorsi formativi specifici che hanno come scopo primario lo sviluppo della abilità psicopedagogiche di educazione al TALENTO.

Questa in sintesi è la visione alla base di un probabile quanto efficace nuovo inizio della pedagogia in chiave 21° secolo. Tutta centrata sui valori umani, valori universali e valori del cuore.

Daniele Pulciani

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloPost comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.